Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Nella telenovela Da Vinci entra un nuovo socio cinese

Da vinci
Nuova puntata nella vicenda del gruppo Da Vinci. La notizia circolava tra gli espositori ai Saloni WorldWide di Mosca: c'è un nuovo socio cinese per il piccolo impero dell'arredo di lusso con una rete di una ventina di negozi in tutta l'Asia, per l'80% con marchio di provenienza made in Italy. La coppia di imprenditori di Singapore Doris e Tony Phua, titolari di Da Vinci,  ha aperto le porte del capitale a Zheng Xiankun (nella foto, scattata in un albergo milanese), tycoon del settore immobiliare originario dell'Heilonjiang, provincia estrema della Manciuria ai confini con la Russia. L'annuncio è stato dato in Italia, in occasione di un incontro tra i Phua e i fornitori brianzoli. Zheng è un cliente di Da Vinci da circa sette anni che ha deciso di entrare al 50% nel capitale garantendo il buon fine di venti milioni di commesse incagliate a causa delle indagini condotte dal governo cinese sulla rete dei negozi dell'arredo di lusso. Da Vinci è stato accusato di vendere prodotti con una falsa provenienza e Il Sole 24 ore se ne è occupato (si possono scaricare gli articoli qui sotto) perchè parte dei prodotti è realizzata in Italia, anche nel distretto brianzolo. Le indagini sono in corso in Cina. Abbiamo incontrato Zheng Xiankun a MIlano che si è detto entusiasta di occuparsi del futuro di Da Vinci. C'è da esserne certi: la storia di da Vinci continua. Alla prossima puntata.

Scarica Davinci1